CORSO DI FORMAZIONE TEORICO-CLINICA SULLA “CONSULTAZIONE PARTECIPATA” SECONDO IL METODO DI DINA VALLINO – Milano 2019

Muovendosi per oltre trent’anni con raffinata sensibilità e profonda esperienza lungo l’asse dell’osservazione del neonato, Dina Vallino ha dedicato la sua attività e ricerca clinica allo studio e realizzazione di un nuovo modello d’intervento preventivo precoce, uno stile di intervento in cui genitori e figli sono protagonisti, insieme, di una consultazione psicoanalitica inedita rispetto alla tradizione. Questo percorso prende il nome di Consultazione Partecipata. La Consultazione partecipata è stata ampiamente sperimentata da centinaia di psicoterapeuti/e in molteplici ambiti sintomatici e ha conseguito via via una sempre maggiore ricchezza e complessità. La Consultazione Partecipata, nella sua versione breve (due mesi) e prolungata (circa un anno), ottiene risultati sorprendenti quanto alla risoluzione della sintomatologia, in relazione a quelle che si impongono come sue caratteristiche fondamentali:

  1. il risveglio del legame affettivo e mentale tra il bambino e i suoi genitori;
  2. l’appello alla persona nel bambino.

Compito della Consultazione Partecipata è, infatti, quello di esplorare il disagio del bambino per come si presenta nella seduta, incoraggiando i genitori a diventare oltre che interpreti, osservatori partecipi della relazione tra sé e il figlio, tenendo conto costantemente della centralità della sua mente affettiva, della sua persona, delle sue difficoltà, ma anche della sua creatività e originalità.

Un lavoro che, poiché coinvolge i genitori nella ripresa responsabile della cura dei figli, favorisce  lo sviluppo di una autentica alleanza terapeutica  nel caso della successiva indicazione all’avvio di una terapia individuale per il figlio. Dina Vallino è stata una psicoanalista della Società psicoanalitica italiana che ha rinnovato la psicoanalisi infantile, mutandola nelle sue strutture quali la teoria clinica e la concezione della mente infantile. Tra i suoi testi principali ricordiamo Raccontami una storia(Borla, Roma 1998), che è stato insignito del Premio Gradiva, un premio annuale prestigioso per il miglior libro italiano di psicoanalisi. Nel libro Essere neonati. Osservazioni psicoanalitiche(Borla, Roma 2004) introduce un nuovo tipo di ricerca derivata dalla infant observation: la relazione del neonato con la madre è studiata attraverso l’osservazione di decine di bambini nelle loro famiglie. Nel 2019 è stato pubblicatoFare psicoanalisi con genitori e bambini(Borla), che illustra nei particolari il metodo della Consultazione partecipata.

Dopo la sua scomparsa nel 2014, il Centro milanese di psicoanalisi ha organizzato una Giornata di studio sul pensiero di Dina Vallino, alla quale hanno partecipato più di 300 persone, che si è articolata nel pomeriggio in 12 workshop dedicati ai vari ambiti di applicazione della Consultazione partecipata. Franco Borgogno e Giovanna Maggioni hanno curato la pubblicazione degli atti della Giornata, integrati da ulteriori contributi (Una mente a più voci. Sulla vita e sull’opera di Dina Vallino, Mimesis Edizioni, Milano 2017). Nel 2015 è nata la Associazione scientifico-culturale Dina Vallino, voluta da venti soci fondatori, con lo scopo di promuovere la conoscenza e la pratica delle sue innovazioni nella psicoterapia infantile.

Informazioni sul corso

Il Corso è triennale e si sviluppa ogni anno in 7 Giornate mensili (da marzo a novembre).

Il costo annuale del Corso  è di  693  euro Iva compresa, con la possibilità di rateizzazione in tre tranches: la prima all’atto dell’iscrizione, la seconda a fine maggio e la terza a settembre. Verranno trattati i temi fondamentali del pensiero di Dina Vallino in relazione allo sviluppo e alla metodologia della Consultazione Partecipata.

Gli incontri si tengono in Viale Regina Giovanna 32 (Milano) il sabato nelle fasce orarie 9.30/12.30 – 13.30/16.00 nelle seguenti date:

2 marzo, 6 aprile, 11 maggio, 8 giugno, 14 settembre, 12 ottobre, 9 novembre

I seminari seguiranno questa scansione: la mattina sarà dedicata allo studio teorico, attraverso la lettura e discussione in gruppo, di protocolli e saggi indicati di volta in volta dai conduttori; il pomeriggio sarà dedicato alla supervisione in gruppo di casi clinici portati dai partecipanti.

È prevista inoltre un’attività di supervisione individuale per i casi clinici che i corsisti avvieranno durante il periodo di formazione.

Numero massimo di partecipanti: 15

Il Corso è indirizzato a psicoterapeuti, neuropsichiatri infantili, psicomotricisti, neuropsicomotricisti.

Alla fine di ciascun anno verrà consegnato un attestato di partecipazione: per ottenere l’attestato occorre una frequenza non inferiore a 5 Giornate su 7.

Programma del primo anno

  1. La nuova concezione del lattante e del neonato in Dina Vallino (M. Macciò)
  2. Il modello della Consultazione partecipata (F. Buranelli)
  3. Studio approfondito dei singoli passaggi, che costituiscono il setting della Consultazione partecipata, e dei principi psicoanalitici fondamentali su cui si basa il metodo della CP quali: la nozione di fraintendimento, l’identificazione, l’identificazione proiettiva e introiettiva, il gioco narrativo.

Programma del secondo anno

Verrà diviso in due parti di 3 e di 4 Incontri ciascuna, alternati. Tre incontri saranno dedicati a: Presentazione e discussione delle applicazione della CP in  diversi contesti, con la partecipazione di tre docenti – membri dell’Associazione DinaVallino – esperti nei in tali contesti.

  1. La Consultazione partecipata applicata in ambito ospedaliero
  2. La Consultazione partecipata nelle Istituzioni del SSN
  3. La Consultazione partecipata con genitori e bambini nei disturbi alimentari ed evacuativi in età prescolare

Quattro Incontri  saranno dedicati a riprendere e approfondire ulteriormente il terzo punto presente nel programma del primo anno, dando particolare risalto al concetto di reverie, luogo immaginario e interpretazione narrativa. 

Programma del terzo anno 

Come per il secondo anno, il programma verrà diviso in due parti di 3 e di 4 Incontri ciascuna, alternati. Tre incontri saranno dedicati a: Presentazione e discussione delle applicazione della CP in diversi contesti, con la partecipazione di altri tre  docenti – membri dell’Associazione D.V. – esperti nei in tali contesti. 

  1. La Consultazione partecipata nelle situazioni traumatiche
  2. Il bambino non visto e i suoi genitori nell’incontro analitico
  3. La Consultazione Partecipata e la Consultazione Prolungata nella prima e seconda infanzia 

Quattro Incontri saranno dedicati a riprendere e approfondire ulteriormente il terzo punto presente nel programma del primo anno, nonché ad uno studio critico di Raccontami una Storiadi Dina vallino. 

Coloro che desiderano procedere all’iscrizione possono contattare la Dott.ssa Buranelli per fissare un primo colloquio conoscitivo e inviare il loro CV. 

Hanno insegnato nei Corsi dei precedenti anni  i seguenti docenti: Franco Borgogno e, in qualità di   soci della Associazione Dina Vallino:  Adriana Anderloni, Fiamma Buranelli, Cinzia Chiappini, Barbara Friia, Isabella Lapi, Giovanna Maggioni, Michela Marzorati, Federica Stortoni, Manuela Trinci,  Monica Tomagnini, Elena Trombini,  Barbara Valli.

Responsabili del Corso: 

Fiamma Buranelli    buranellif@gmail.com   cell: 3382391701 

Marco Macciò    maccio.marco@alice.it

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto